Calzedonia
Carapelli
Carli Fratelli
Cecchi Logistica
Coccinelle
Conad
Coop
Diffusione Tessile - Max Mara
Dorica Castelli
Goglio Cofibox
Grandi Salumifici Italiani
Gucci
Imax - Max Mara
Infomobility - Comune di Parma
Itarca
Johnson & Johnson Medical
Lavazza
Luxottica
Marconi Freddeuropa
Mazzocco
Nagel Group
ND Logistics
NestlÚ
Parmacotto
Parmalat
Pinko
RFID Lab
Scatolificio Sandra
Selip
Unipeg
UniversitÓ di Bremen
UniversitÓ di Parma - Biblioteca dei Paolotti
UniversitÓ di Parma - Biblioteca Medicina
Yoox
I NOSTRI CLIENTI
RFID Lab
Test Tecnologici
 

Make to order ottimizzato con l’Rfid per una produzione di porte in legno, firmate Dorica Castelli, in cui la qualità si coniuga con la massima capacità di personalizzazione.
Grazie a macchinari tecnologicamente aggiornati e all’esperienza di personale altamente qualificato, il produttore anconetano offre un servizio caratterizzato dalla massima flessibilità, attraverso un modello di produzione improntato alla realizzazione di considerevoli lotti per linea di prodotto che consolidano un notevole quantitativo di ordini cliente.

La necessità di conoscere in modo rapido e certo la tracciabilità del prodotto nell’ambito del processo ha spinto Dorica Castelli a inserire all’interno del proprio processo produttivo un sistema basato sulla tecnologia Rfid, per presidiare con elevata accuratezza e a costi contenuti le fasi di lavorazione e, conseguentemente, le risorse produttive.
“La realizzazione del progetto ha richiesto tempo per valutare la corretta scelta del partner – commenta Giovanni Montanari, amministratore delegato di Dorica Castelli – essendo la strada scelta molto innovativa e dunque alla portata di poche realtà di primaria esperienza, mentre un lasso di tempo di pochi mesi è stato sufficiente per strutturare il progetto e renderlo operante: oggi Dorica Castelli ha in tempo reale la situazione di ogni singola fase di lavorazione”.
Il tag Rfid applicato contiene un codice seriale univoco che identifica sin dalla prima fase di produzione ogni singola anta associandovi, tramite il sistema informativo esistente, tutte le informazioni di complemento necessarie alla completa identificazione del prodotto.
In dettaglio, il progetto prevede che ogni porta sia identificata mediante tag passivo Uhf Class1 Gen2 di tipo wet inlay con supporto adesivo adatto all’applicazione su legno e con una memoria disponibile da 96 bit.
Nel momento in cui il telaio dell’anta è tagliato, il tag inserito viene programmato secondo il sistema di codifica Worm (Write Once Read Many).
“Il seriale con cui viene codificata la singola porta – spiega Francesco Fantoni Guerci di Id-Solutions – fa riferimento agli schemi precedentemente utilizzati da Dorica Castelli per identificare ogni singolo prodotto finito. L’equipaggiamento hardware è costituito da una serie di reader fissi, installati in modo coerente sulle diverse stazioni di lavoro, completato da terminali portatili Rfid per le identificazioni di alcune operazioni caratterizzate da movimentazioni manuali”.
Il livello informativo raggiunto tramite l’integrazione dell’Rfid consente il controllo, consultabile anche da remoto, di ogni ordine di produzione e di ogni determinata fase di lavoro in un qualsiasi intervallo di tempo.
“È doveroso mettere in rilievo questo progetto ha ribadito Montanari -, sia per la sfida che Dorica Castelli e Id-Solutions hanno colto nel pesare con cura la realizzazione ad hoc per una piccola azienda con una vastissima gamma di prodotto sia per l’entusiasmo e la professionalità del personale coinvolto”

Il sistema consente inoltre di dare informazioni riguardanti le porte e le fasi di lavorazione cui devono essere sottoposte agli operatori sul campo; la presenza di macchine Cnc sufficientemente evolute, che possano dunque dialogare con il sistema Rfid, può essere l’occasione per generare la selezione automatica del settaggio e del programma Cnc, guidata dall’identificazione automatica della porta in ingresso alla stazione produttiva.
“Grazie alla implementazione della soluzione Rfid – conclude Fantoni Guerci – il controllo in tempo reale e la gestione della produzione di porte e serramenti è stato risolto attraverso un progetto ‘leggero’, veloce da implementare e non invasivo”.
Al momento Dorica Castelli ha implementato una soluzione focalizzata sulla produzione interna, ma il sistema è aperto e facilmente estendibile ad altre fasi logistiche all’interno ed all’esterno della fabbrica.

Link all'articolo su Rfid Italia.




Se vuoi avere ulteriori informazioni, e valutazioni sui benefici che un sistema di identificazione automatica può generare nella tua realtà, contattaci (trovi tutti i riferimenti nella sezione 'contatti').